Città del Vino, Montepara invita in Abruzzo il Presidente del Senato Casellati

Durante un incontro a Palazzo Madama con il direttivo nazionale dell'Associazione

Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e il sindaco di Orsogna, Fabrizio Montepara

Il Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, è stata invitata a visitare l'Abruzzo dal vice presidente nazionale e coordinatore regionale dell'associazione Città del Vino, Fabrizio Montepara, sindaco di Orsogna. L'invito è stato accolto con grande piacere dal Presidente del Senato, la quale ha espresso a Montepara la sua disponibilità a individuare una data per recarsi in Abruzzo, regione della quale ha lodato la bellezza e che ha mostrato di conoscere e apprezzare.
L'occasione è stata offerta dall'incontro a Palazzo Madama, a Roma, tra il Presidente Casellati e la Giunta esecutiva nazionale delle Città del Vino, guidata dal suo presidente, Floriano Zambon, per presentare l'attività dell'associazione e discutere di alcune proposte di legge al vaglio del Senato, come quella sull'enoturismo patrocinata proprio dalle Città del Vino.
I componenti della Giunta esecutiva hanno donato alla Casellati una bottiglia di vino realizzata nel 2011, in occasione dei 150 anni dall'Unità d'Italia, con una selezione di vitigni italiani scelti dall'enologo Roberto Cipresso, tra i quali compare anche il Montepulciano d'Abruzzo.
Dall'incontro è emersa anche l'idea di proporre nella mensa nel Senato, per qualche giorno a settimana, una degustazione di vini indicati dalle Città del Vino, in particolare quelli premiati al concorso "Selezione del Sindaco", in cui i vini della Cantina di Orsogna hanno trionfato anche quest'anno con la Gran medaglia d'oro per il Nican, un Montepulciano d'Abruzzo, classificatosi come migliore rosso italiano, e il Coste di Moro riserva, altro Montepulciano che ha ottenuto la medaglia d'oro.

cittadelvino-casellati_3.jpeg

cittadelvino-casellati_2.jpeg

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information